Open
Open 24h today
  • Monday

    Open 24h

  • Tuesday

    Open 24h

  • Wednesday

    Open 24h

  • Thursday

    Open 24h

  • Friday

    Open 24h

  • Saturday

    Open 24h

  • Sunday

    Open 24h

  • Ottobre 7, 2022 15:43 local time

L'arte come tema esperenziale

Sulla scia degli Art Hotel

All'interno di Sasso Pisano è possibile visitare una piccola filiera di musei esperenziali, nati sulla scia del fenomeno degli Art Hotel. Fondono insieme turismo e arte, componenti di un binomio imprescindibile per i viaggiatori contemporanei che non si accontentano più di una semplice vacanza intesa nel senso tradizionale del termine. Per questo sono sempre di più le dimore che utilizzano l’arte come tema funzionale per la valorizzazione delle propria struttura ricettiva, mettendo a disposizione degli ospiti anche spazi espositivi, gestiti in stretta collaborazione con gli enti culturali del territorio.

E’ proprio qui che l'imprenditore Gualerci Nicola, ravvisando nel luogo di Sasso Pisano delle caratteristiche ambientali e culturali uniche e favorevoli ad uno sviluppo di una nuova frontiera turistica, ha realizzato la Casa Museo Gualerci all'interno di una dimora storica di piazza di Castello, appartenuta alla famiglia Taddei. In questo edificio è possibile soggiornarvi con il piacere di vivere tra tele, acquarelli, libri, mobilio storico e vasellame, tutte quante testimonianze di un passato più o meno recente, caratterizzanti una buona parte dell'Alta Valdicecina agricola e rurale.

Autentici tesori dal Cinquecento all'Ottocento

Oggetti di alto antiquariato

All'interno della casa ci sono quattro camere, un bagno, una cucina e un grande salone con arredamenti di alto antiquariato. Gli oggetti ravvisati non sono repliche, bensì pezzi originali che vanno dal Cinquecento fino a inizio Novecento. Autentici tesori che rievocano sapientemente l'immaginario di una dimora d'epoca pensata però per coesistere con le abitudini attuali, dotandosi di tutti i comfort moderni. Si possono ammirare un bronzetto siciliano del 230 d.c., opere di arte sacra francese del Seicento e dipinti fiamminghi e italiani del Settecento e Ottocento.

La Casa Museo Gualerci, che si inserisce in una proposta di sperimentazione turistica decisamente curiosa, espande il suo spirito artistico e culturale all'interno di un'altra dimora del centro storico del borgo con la proposizione di un museo dedicato alle arti e ai mestieri che hanno fatto grande e rispettabile la Toscana. Una mostra permanente, anch'essa voluta da Gualerci, che si propone come un'integrazione all'esperienza di soggiorno e come un approfondimento intellettuale capace di chiarire gli aspetti artigianali del territorio.

> Scopri, Museo delle Arti e dei Mestieri della Toscana

L'arte come tema esperenziale

Sulla scia degli Art Hotel

All'interno di Sasso Pisano è possibile visitare una piccola filiera di musei esperenziali, nati sulla scia del fenomeno degli Art Hotel. Fondono insieme turismo e arte, componenti di un binomio imprescindibile per i viaggiatori contemporanei che non si accontentano più di una semplice vacanza intesa nel senso tradizionale del termine. Per questo sono sempre di più le dimore che utilizzano l’arte come tema funzionale per la valorizzazione delle propria struttura ricettiva, mettendo a disposizione degli ospiti anche spazi espositivi, gestiti in stretta collaborazione con gli enti culturali del territorio.

E’ proprio qui che l'imprenditore Gualerci Nicola, ravvisando nel luogo di Sasso Pisano delle caratteristiche ambientali e culturali uniche e favorevoli ad uno sviluppo di una nuova frontiera turistica, ha realizzato la Casa Museo Gualerci all'interno di una dimora storica di piazza di Castello, appartenuta alla famiglia Taddei. In questo edificio è possibile soggiornarvi con il piacere di vivere tra tele, acquarelli, libri, mobilio storico e vasellame, tutte quante testimonianze di un passato più o meno recente, caratterizzanti una buona parte dell'Alta Valdicecina agricola e rurale.

Autentici tesori dal Cinquecento all'Ottocento

Oggetti di alto antiquariato

All'interno della casa ci sono quattro camere, un bagno, una cucina e un grande salone con arredamenti di alto antiquariato. Gli oggetti ravvisati non sono repliche, bensì pezzi originali che vanno dal Cinquecento fino a inizio Novecento. Autentici tesori che rievocano sapientemente l'immaginario di una dimora d'epoca pensata però per coesistere con le abitudini attuali, dotandosi di tutti i comfort moderni. Si possono ammirare un bronzetto siciliano del 230 d.c., opere di arte sacra francese del Seicento e dipinti fiamminghi e italiani del Settecento e Ottocento.

La Casa Museo Gualerci, che si inserisce in una proposta di sperimentazione turistica decisamente curiosa, espande il suo spirito artistico e culturale all'interno di un'altra dimora del centro storico del borgo con la proposizione di un museo dedicato alle arti e ai mestieri che hanno fatto grande e rispettabile la Toscana. Una mostra permanente, anch'essa voluta da Gualerci, che si propone come un'integrazione all'esperienza di soggiorno e come un approfondimento intellettuale capace di chiarire gli aspetti artigianali del territorio.

> Scopri, Museo delle Arti e dei Mestieri della Toscana