Open
Open 24h today
  • Monday

    Open 24h

  • Tuesday

    Open 24h

  • Wednesday

    Open 24h

  • Thursday

    Open 24h

  • Friday

    Open 24h

  • Saturday

    Open 24h

  • Sunday

    Open 24h

  • Ottobre 7, 2022 15:56 local time

Opere Paesaggistiche

La bellezza della campagna attrattiva

La Val di Cecina grazie al suo importante patrimonio storico, artistico, culturale e paesaggistico, rappresenta una delle zone più curiose e da esplorare della Toscana; una perla di rara bellezza che abbraccia sì la percezione della tuscanity da cartolina, ma anche l'aspetto occulto e religioso fatto di credenze, leggende e simboli ancestrali e concettuali tra antico e minimalismo.

Volterra non è soltanto una città dalle antichissime origini, in cui architettura medievale e scavi etruschi convivono in armonia, ma è anche un luogo in cui l'arte contemporanea trova spazio, creando contaminazioni che affatto ne alterano le sue nobili origini bensì le arricchiscono, offrendo inediti punti di vista e nuove occasioni di riflessione. Parleremo, dunque, di una presenza inedita, che da diversi anni a questa parte anima la vita culturale della città e che ultimamente ha dato vita a un itinerario turistico alternativo. Un itinerario molto articolato, caratterizzato dalla presenza capillare di opere d'arte sulle colline che circondano l'abitato di Volterra, che ne hanno rimodellato la fisionomia rappresentando un valore aggiunto per il paesaggio.

> Scopri, la migliore arte paesaggistica del territorio

Visioni Astratte

Fulcro accentratore, segno di interscambio

Il luogo conosciuto dai volterrani con il termine de l’Indicatore, verso Spicchiaiola, è un punto panoramico che segna simbolicamente la vicinanza al confine di passaggio tra la provincia di Pisa e quella di Siena.

Qui la scultura si impone quale fulcro accentratore, segno di interscambio, perentoria affermazione di un confine da superare, sempre alla ricerca dell’altro, di una relazione con il mondo che questa terra, isolata e dura, deve ricercare. Un punto di riferimento visibile da lontano, un elemento che richiama e segna.

Mauro Staccioli, è uno scultore volterrano di nascita, cittadino del mondo grazie alla sua fama internazionale e alla sua bravura. Giunto all'apice della sua carriera, qualche anno fa decise di rientrare nella sua terra natale; rientro che venne simbolicamente consacrato dall'inaugurazione nel 2009 di una mostra intitolata Luoghi di esperienza 2009.

Opere Paesaggistiche

La bellezza della campagna attrattiva

La Val di Cecina grazie al suo importante patrimonio storico, artistico, culturale e paesaggistico, rappresenta una delle zone più curiose e da esplorare della Toscana; una perla di rara bellezza che abbraccia sì la percezione della tuscanity da cartolina, ma anche l'aspetto occulto e religioso fatto di credenze, leggende e simboli ancestrali e concettuali tra antico e minimalismo.

Volterra non è soltanto una città dalle antichissime origini, in cui architettura medievale e scavi etruschi convivono in armonia, ma è anche un luogo in cui l'arte contemporanea trova spazio, creando contaminazioni che affatto ne alterano le sue nobili origini bensì le arricchiscono, offrendo inediti punti di vista e nuove occasioni di riflessione. Parleremo, dunque, di una presenza inedita, che da diversi anni a questa parte anima la vita culturale della città e che ultimamente ha dato vita a un itinerario turistico alternativo. Un itinerario molto articolato, caratterizzato dalla presenza capillare di opere d'arte sulle colline che circondano l'abitato di Volterra, che ne hanno rimodellato la fisionomia rappresentando un valore aggiunto per il paesaggio.

> Scopri, la migliore arte paesaggistica del territorio

Visioni Astratte

Fulcro accentratore, segno di interscambio

Il luogo conosciuto dai volterrani con il termine de l’Indicatore, verso Spicchiaiola, è un punto panoramico che segna simbolicamente la vicinanza al confine di passaggio tra la provincia di Pisa e quella di Siena.

Qui la scultura si impone quale fulcro accentratore, segno di interscambio, perentoria affermazione di un confine da superare, sempre alla ricerca dell’altro, di una relazione con il mondo che questa terra, isolata e dura, deve ricercare. Un punto di riferimento visibile da lontano, un elemento che richiama e segna.

Mauro Staccioli, è uno scultore volterrano di nascita, cittadino del mondo grazie alla sua fama internazionale e alla sua bravura. Giunto all'apice della sua carriera, qualche anno fa decise di rientrare nella sua terra natale; rientro che venne simbolicamente consacrato dall'inaugurazione nel 2009 di una mostra intitolata Luoghi di esperienza 2009.